Verità Bibliche
Abbonarsi

Tito 1:12-13 (PDF) Edizione PDF

Tito 1:12-13



Recentemente stavo leggendo Tito 1:12-13, in cui è scritto:

Tito 1:12-13
“Uno di loro, proprio un loro profeta, ha detto: «I Cretesi sono sempre bugiardi, male bestie, ventri pigri». Questa testimonianza è vera, per questo motivo riprendili severamente, affinché siano sani nella fede”

Paolo usa un detto del tempo per descrivere i Cretesi1, ma questa descrizione non include cose di cui essere orgogliosi: “sempre bugiardi, male bestie, ventri pigri”. Al contrario di quello che ci si aspetterebbe, Paolo non ha criticato questo detto. In effetti ha fatto esattamente l’opposto. Ha affermato che questo detto è vero ed ha istruito Tito a criticare aspramente i Cretesi affinché siano sani nella fede. Ne deduco che questa descrizione dei Cretesi sia applicata anche a coloro che vengono da Creta che Dio ha chiamato. Queste persone non erano nobili, sincere, non erano persone che parlavano bene e che avevano grandi valori. Ha chiamato persone bugiarde, male bestie e ventri pigri. Queste sono le persone da cui Dio è andato, a cui ha rivelato Suo Figlio e che Lo hanno accettato!

L’amore di Dio è davvero stupefacente. Non siamo salvati e non diventiamo membri della famiglia di Dio per le cose che abbiamo fatto o per quello che siamo, ma per la Sua meravigliosa grazia e per il Suo amore! Se siamo come i Cretesi o se pensiamo di essere un po’ “migliori”, per Dio non c’è distinzione:

Romani 3:21-26
“Ma ora, indipendentemente dalla legge, è stata manifestata la giustizia di Dio, … cioè la giustizia di Dio mediante la fede in Gesù Cristo verso tutti e sopra tutti coloro che credono, perché non c’è distinzione; poiché tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio, ma sono gratuitamente giustificati per la sua grazia, mediante la redenzione che è in Cristo Gesù. Lui ha Dio preordinato per far l’espiazione mediante la fede nel suo sangue, per dimostrare così la sua giustizia per il perdono dei peccati, che sono stati precedentemente commessi durante il tempo della pazienza di Dio, per manifestare la sua giustizia nel tempo presente, affinché egli sia giusto e giustificatore di colui che ha la fede di Gesù.”

“Non c’è distinzione”, dice la Parola. “Tutti [compresi voi e me] hanno peccato e sono privi della gloria di Dio”. Ma Dio ha creato una via d’uscita in Gesù Cristo. Ora chiunque “HA LA FEDE di Gesù2” è giustificato! Vediamo anche Romani 5:8-10:

Romani 5:8-10
“Ma Dio manifesta il suo amore verso di noi in questo che, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi. Molto più dunque, essendo ora giustificati nel suo sangue, saremo salvati dall’ira per mezzo di lui. Infatti, se mentre eravamo nemici siamo stati riconciliati con Dio per mezzo della morte del suo Figlio, molto più ora, che siamo stati riconciliati, saremo salvati mediante la sua vita.”

Dio manifesta il suo amore verso di noi dando Suo Figlio per noi MENTRE ERAVAMO ANCORA PECCATORI. Eravamo Suoi NEMICI, ma ci ha riconciliati a Lui per mezzo della morte di Suo Figlio.

Non guardate con stupore l’indecenza dei Cretesi. Potete anche guardare me e voi senza Cristo. Senza di Lui siamo niente. LUI ha fatto la differenza! Il Suo sacrificio ha spianato la strada. La sola cosa che è necessaria da parte nostra è credere in Lui. Credere nel Signore Gesù e nella Sua resurrezione. Se state leggendo questo articolo e non credete ancora in Cristo e pensate di essere GIUSTI perché potete considerarvi un po’ (o molto) migliori di quei Cretesi ... agli occhi di Dio NON siete migliori. I Cretesi non sarebbero stati riconciliati a Dio, non sarebbero stati giustificati diventando più onesti e più sinceri, ma solo credendo in Cristo e nella Sua resurrezione. Solo Lui è la soluzione. Vediamo cosa dice Dio nella Sua Parola:

Romani 10:9
poiché se confessi con la tua bocca il Signore Gesù, e credi nel tuo cuore che Dio lo ha risuscitato dai morti, sarai salvato

Romani 10:11
Chiunque crede in lui non sarà svergognato.

1 Giovanni 5:1
Chiunque crede che Gesù è il Cristo, è nato da Dio

È credere che è richiesto per la salvezza, non fare! È credere, non capire! Credere viene prima e con esso viene l’intero pacchetto regalo, che comprende: salvezza, giustificazione, riconciliazione con Dio, spirito santo, diventare figlio e figlia, cioè membro della famiglia di Dio, e altri regali che “Dio ha preparato per quelli che lo amano” (1 Corinzi 2:9). Non sono necessarie le opere per ottenere questi doni. Cristo ha compiuto l’opera. Ora è necessario credere in Lui, nel Signore Gesù Cristo e nella Sua resurrezione dai morti. Questo fecero i Cretesi e spero che anche voi lo abbiate già fatto o lo farete.

Anastasio Kioulachoglou

Italiano: Alesia M. (Christian-translation.com)

 



Note

1. I Cretesi sono coloro che vengono da Creta, un’isola della Grecia meridionale.

2. Ovviamente significa chiunque crede in quello che dice Dio su Gesù nella Sua Parola, perché molti credono a molte cose su Gesù che non sono scritte.