Verità Bibliche
Abbonarsi

Siete conosciuti (PDF) Edizione PDF

Siete conosciuti



Recentemente stavo parlando con mia moglie di un missionario del diciannovesimo secolo che ha predicato il vangelo in Cina e in Africa. Mi colpisce molto il fatto che gente che non conosco faccia queste cose. E cosa dire di tutti noi che siamo nel corpo di Cristo? Io non conosco voi, voi non conoscete me, ma ciascuno di noi è un membro del corpo di Cristo; un membro che il Signore Gesù Cristo – il Capo del corpo – conosce personalmente molto bene. Ed è questo è il punto: non possiamo essere conosciuti da molti. I nostri nomi non appaiono nelle pagine di riviste cristiane, sugli schermi di TV cristiane o sugli scaffali di librerie cristiane. Probabilmente non saranno mai ricordati come i nomi di Pietro o di Paolo e probabilmente non saranno tra quelli citati nei libri della storia della chiesa. MA e questo è un grande MA, il SIGNORE conosce perfettamente tutti noi! Per il Signore, tutti noi, conosciuti e sconosciuti agli uomini, abbiamo fatto una grande differenza credendo in Lui! Tutti noi, conosciuti e sconosciuti agli uomini, SIAMO CONOSCIUTI DA LUI. Ecco cosa è scritto in Romani 8 per tutti noi che crediamo in Gesù Cristo e nella Sua resurrezione:

Romani 8:28-39
Or noi sappiamo che tutte le cose cooperano al bene per coloro che amano Dio, i quali sono chiamati secondo il suo proponimento. Poiché quelli che egli ha preconosciuti, li ha anche predestinati ad essere conformi all’immagine del suo Figlio affinché egli sia il primogenito fra molti fratelli. E quelli che ha predestinati, li ha pure chiamati, quelli che ha chiamati, li ha pure giustificati e quelli che ha giustificati, li ha pure glorificati. Che diremo dunque circa queste cose? Se Dio è per noi, chi sarà contro di noi? Certamente colui che non ha risparmiato il suo proprio Figlio, ma lo ha dato per tutti noi, come non ci donerà anche tutte le cose con lui? Chi accuserà gli eletti di Dio? Dio è colui che li giustifica. Chi è colui che li condannerà? Cristo è colui che è morto, e inoltre è anche risuscitato; egli è alla destra di Dio, ed anche intercede per noi, Chi ci separerà dall'amore di Cristo? Sarà l’afflizione, o la distretta, o la persecuzione, o la fame, o la nudità, o il pericolo, o la spada? Come sta scritto: «Per amor tuo siamo tutto il giorno messi a morte; siamo stati reputati come pecore da macello». Ma in tutte queste cose noi siamo più che vincitori in virtù di colui che ci ha amati. Infatti io sono persuaso che né morte né vita né angeli né principati né potenze né cose presenti né cose future, né altezze né profondità, né alcun’altra creatura potrà separarci dall’amore di Dio che è in Cristo Gesù, nostro Signore.

Queste parole non sono scritte solo per i cristiani famosi, solo per quelli che hanno dato la loro vita per la fede, o solo per quelli di cui ci parla la Bibbia. Queste parole sono scritte anche per NOI, semplici credenti in Gesù Cristo. Probabilmente in questo mondo i nostri nomi verranno scritti soltanto nell’elenco telefonico MA sono segnati nelle pagine del libro della vita! Forse in questo mondo soltanto pochi ci conosceranno e ci ricorderanno MA IO CONOSCO COLUI CHE NON SI DIMENTICHERÀ MAI DI NOI: DIO.

Isaia 49:15
“Può una donna dimenticare il bambino lattante e non aver compassione del figlio delle sue viscere? Anche se esse dovessero dimenticare, io non ti dimenticherò

Ebrei 13:5
“Dio stesso ha detto: «Io non ti lascerò e non ti abbandonerò»”

Conoscete tutti i 12 apostoli?

Continuando sullo stesso argomento, vorrei andare a leggere Matteo 10:2-4, in cui vengono dati i nomi dei 12 apostoli. Leggiamo:

Matteo 10:2-4
“Ora i nomi dei dodici apostoli sono questi: il primo Simone detto Pietro e Andrea suo fratello Giacomo di Zebedeo e Giovanni suo fratello Filippo e Bartolomeo; Tommaso e Matteo il pubblicano, Giacomo di Alfeo e Lebbeo, soprannominato Taddeo; Simone il Cananeo e Giuda Iscariota, quello che poi lo tradì.”

Sono sicuro che sono poche le persone che non conoscono Pietro, Giovanni e Tommaso. Ma sono abbastanza sicuro che se chiedete alle persone chi erano i dodici, pochi ricorderebbero senza difficoltà Simone il Cananeo o Lebbeo o Giacomo di Alfeo. Dei 12 questi sono piuttosto “sconosciuti”. Oltre a poche citazioni come quella del passo precedente, nella Scrittura li troveremo menzionati solo con i termini collettivi “i dodici” o “i discepoli”. Non hanno le proprie lettere nel Nuovo Testamento, non hanno la propria storia in Atti e non sentiamo parlare molto di loro nei vangeli. Tuttavia, erano discepoli di Cristo, SCELTI PERSONALMENTE E CONOSCIUTI MOLTO BENE BENE DA LUI … Come voi e come me! Come ha detto il Signore:

Giovanni 15:16
“Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi; e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto, e il vostro frutto sia duraturo, affinché qualunque cosa chiediate al Padre nel mio nome, egli ve la dia.”

Non siamo noi a scegliere il Signore ma è il Signore a scegliere noi, VOI, personalmente. Siete la sua scelta personale, la sua preferenza, siete fortemente voluti da Lui! Il suo amore per VOI sopravanza ogni conoscenza, è scritto in Efesini 3:19! E come leggiamo in 1 Corinzi 15:58:

1 Corinzi 15:58
“Perciò, fratelli miei carissimi, state saldi, irremovibili, abbondando del continuo nell’opera del Signore, sapendo che la vostra fatica non è vana nel Signore.

La vostra opera nel corpo di Cristo NON è vana. Non sarete qualcuno di cui parlerà la storia della Chiesa (scritta sulla terra) ma sarete qualcuno di cui parlerà la storia della Chiesa che è scritta nei cieli. Siete stati scelti dal Signore e la vostra fatica per Lui non è vana! SIATE FORTI! Siete stati scelti personalmente da Cristo “perché andiate e portiate frutto, e il vostro frutto sia duraturo”.

Anastasio Kioulachoglou

Italiano: Alesia M. (Christian-translation.com)