Verità Bibliche
Abbonarsi

“Non vi ricordate?” (PDF) Edizione PDF

“Non vi ricordate?”



Era un giorno molto intenso. Gesù, i discepoli e una grande folla erano nel deserto. Immaginiamo il Signore alla guida e dietro il Suo popolo che lo seguiva, e in questo modo capiremo come dovrebbe essere sempre. DAVANTI, PRIMA DI TUTTI, IL SIGNORE GESÙ CRISTO GUIDA IL CAMMINO, e dietro di Lui TUTTI noi lo seguiamo. Ci dice Marco 8, versi 1-3:

Marco 8,1-3
“In quei giorni, essendovi una folla grandissima e non avendo da mangiare, Gesù chiamò a sé i suoi discepoli, e disse loro: «Ho pietà di questa folla, perché sono già tre giorni che stanno con me, e non hanno di che mangiare. E se io li rimando digiuni a casa, verranno meno per via; alcuni di loro, infatti, sono venuti da lontano»”

IL SIGNORE EBBE COMPASSIONE PER I BISOGNI di quegli uomini. Egli ha compassione per quelli che Lo seguono. È misericordioso con tutti e con ogni anima che lo segue, e desidera occuparsi della loro cura. “Rivolgete le vostre attenzioni verso Dio perché Lui si prende cura di voi” disse successivamente lo Spirito Santo per mezzo di Pietro, uno dei ragazzi che erano presenti quel giorno. Continuando con Marco, il Signore ebbe compassione della folla e chiamò i Suoi discepoli. Da solo poteva fare qualunque cosa. Ma preferì chiamare i Suoi discepoli e comunicar loro la Sua preoccupazione per gli altri. Allora i discepoli ci pensarono bene e risposero iniziando con un ….. come:

Marco 8:4
“E i suoi discepoli gli risposero: «Come potrebbe alcuno saziare di pane costoro, qui nel deserto?»”

Gesù non aveva chiesto di dirgli “come”, ma la loro mente andò immediatamente in quella direzione. Il Signore ci comunica delle cose, ma invece di dire “Sì, signore, sarebbe fantastico”, noi diciamo “Come possiamo fare?” pensando probabilmente a noi stessi e alle nostre abilità. Il Signore rispose alla loro domanda con un’altra domanda:

Matteo 8:1-5
“Ed egli domandò loro: «Quanti pani avete?». Essi dissero: «Sette»”

Cosa erano per quelle persone sette pani? Erano troppi nella mani del Signore. Qualunque cosa venga messa nelle sue mani si moltiplica. E questo accadde con quei sette pani:

Marco 8:6-7
“Allora egli ordinò alla folla di sedere per terra; e presi i sette pani, rese grazie, li spezzò e li diede ai suoi discepoli, perché li distribuissero alla folla; ed essi li distribuirono. Avevano pure alcuni pesciolini, dopo averli benedetti, ordinò che anche quelli fossero distribuiti alla folla.”

Il Signore non chiese ai discepoli di fare il pane. L’unica cosa che chiese loro era di dare a Lui i sette pani e i pochi pesci che avevano e poi di prenderne in gran quantità DALLE SUE MANI E DISTRIBUIRLI ALLA FOLLA. Ai servi del Signore non è stato chiesto di fare il pane, ma di prendere il pane dalle mani del Signore e darlo alla folla. Il verso 8 continua:

Marco 8:8
“Cosi essi mangiarono a sazietà; e i discepoli portarono via sette panieri di pezzi avanzati.”

Solo il cibo che viene dalle mani del Signore è in grado di saziare la famiglia del Signore. Noi e la folla rimarremmo affamati con il nostro cibo, con i sette pani. Il suo cibo è invece abbastanza per saziarci e per lasciarci gli avanzi.

«Non vi ricordate?»

Ma la storia non finisce qui. Alcuni versi dopo si legge:

Marco 8:14-16
“Ora i discepoli avevano dimenticato di prendere del pane e non avevano con sé nella barca che un pane solo. Ed egli li ammoniva, dicendo: «State attenti, guardatevi dal lievito dei farisei e dal lievito di Erode!». Ma essi discutevano fra di loro dicendo: «Noi non abbiamo pane»”

Queste persone erano proprio le persone che avevano distribuito a quattromila uomini il pane fatto miracolosamente. E tuttavia, solo poche ore più tardi, stavano pensando di non avere abbastanza pane. Ovviamente ciò che aveva fatto il Signore non li aveva toccati. Sì, avevano fatto il loro dovere, avevano distribuito il pane, ma i loro cuori non erano stati toccati. Non basta fare il proprio dovere, bisogna farlo anche con il CUORE. Se non viene fatto con il cuore, potete aver distribuito tanti pani dalle mani del Signore e pensare ancora al vostro piccolo pane. Allora il Signore rispose:

Marco 8:17-21
“Accortosene, Gesù disse loro: «Perché discutete sul fatto che non avete pane? Non capite ancora e non intendete? Avete il vostro cuore ancora indurito? Avete occhi e non vedete, avete orecchi e non udite? E non vi ricordate? Quando spezzai i cinque pani per i cinquemila, quante ceste piene di pezzi avete raccolto?». Essi dissero: «Dodici». «E quando spezzai i sette pani per i quattromila, quanti panieri pieni di pezzi raccoglieste?». Ed essi dissero: «Sette». Ed egli disse loro: «Come, ancora non capite?»”

Come potevano non ricordare? Come possiamo non ricordare? RICORDA, AMICO, RICORDA TUTTE LE COSE MERAVIGLIOSE CHE IL SIGNORE HA FATTO PER TE. Tieni la tua mente lontana dai suoni dei ragionamenti e dei pensieri, da te stesso e dalla tua unica pagnotta di pane. Se cammini con la vista e non con la fede non andrai più lontano di dove hai i pani. Tuttavia il Signore può fare pani con niente. Il pane che metti nelle Sue mani te ne porterà quattromila in più, che potranno saziare te e molti altri. In Luca 22:35 Egli chiese ai discepoli:

Luca 22:35
“Poi disse loro: «Quando vi mandai senza borsa, senza sacca e senza sandali, vi è forse mancata qualche cosa?». Ed essi dissero: «Nessuna»”

NIENTE è necessario per servire il Signore eccetto obbedienza a Lui, E NIENTE VI MANCHERÀ SE LO SERVIRETE.

Marco 10: 28-30
“E Pietro prese a dirgli: «Ecco, noi abbiamo lasciato ogni cosa e ti abbiamo seguito». Allora Gesù, rispondendo, disse: «Io vi dico in verità che non c’è nessuno che abbia lasciato casa o fratelli o sorelle o padre o madre o moglie o figli o poderi per amor mio e dell’evangelo, che non riceva il centuplo ora, in questo tempo, in case, fratelli, sorelle madre, figli e poderi, insieme a persecuzioni e, nel secolo a venire, la vita eterna.”

Anastasio Kioulachoglou

Italiano: Alesia M. (Christian-translation.com)