Verità Bibliche
Abbonarsi

“Ne ebbe compassione” (PDF) Edizione PDF

“Ne ebbe compassione”



In Luca 7 leggiamo:

Luca 7:11-15
“E il giorno dopo egli si recò in una città, chiamata Nain; e con lui andavano molti dei suoi discepoli e una grande folla. E quando fu vicino alla porta della città, ecco che si portava a seppellire un morto, figlio unico di sua madre, che era vedova; e una grande folla della città era con lei. Appena la vide, il Signore ne ebbe compassione e le disse: «Non piangere!». Accostatosi, toccò la bara, e i portatori si fermarono, allora egli disse: «Giovinetto, io ti dico, alzati!». E il morto si mise a sedere e cominciò a parlare. E Gesù lo consegnò a sua madre.”

“NE EBBE COMPASSIONE”. Chi era questa donna? Era una sua parente o amica? Conosceva il suo passato? Il Signore non si è preoccupato molto di queste domande. Non ha detto “secondo i miei libri questa persona in futuro potrà fare qualcosa di male” oppure “da giovani voi avete fatto questo e quello”. La Parola dice “NE EBBE COMPASSIONE”. Questo non è il luogo in cui tutte le lacrime saranno asciugate. Non è questo il luogo di nessun dolore. Tuttavia, anche qui la pietà e la consolazione del Signore sono grandi.

2 Corinzi 1:3-5
“Benedetto sia Dio e Padre del nostro Signore Gesù Cristo, il Padre delle misericordie e il Dio di ogni consolazione, il quale ci consola in ogni nostra afflizione affinché, per mezzo della consolazione con cui noi stessi siamo da Dio consolati, possiamo consolare coloro che si trovano in qualsiasi afflizione. Poiché, come abbondano in noi le sofferenze di Cristo, così per mezzo di Cristo abbonda pure la nostra consolazione.

Il Signore ha pietà e consolazione. Se ti hanno detto che, poiché sei cristiano non ti accadrà mai nulla che ti faccia piangere, o che non sarai mai afflitto ... se ti hanno detto che la tua vita avrà soltanto momenti felici, allora non ti hanno detto tutta la verità. Ecco cosa dice la Parola di Dio in Ecclesiaste 3:

Ecclesiaste 3
“Per ogni cosa c’è la sua stagione c'è un tempo per ogni situazione sotto il cielo: un tempo per nascere e un tempo per morire … un tempo per piangere e un tempo per ridere, un tempo per far cordoglio e un tempo per danzare … un tempo per cercare e un tempo per perdere … un tempo per la guerra e un tempo per la pace … Egli ha fatto ogni cosa bella nel suo tempo.”

La vita ha momenti felici e momenti di dolore. Quando arrivano i momenti difficili non ve ne dovete risentire. Il Signore non è lontano. Lui è sempre lo stesso, il Signore di pietà e misericordia, che ebbe compassione della vedova. È lo stesso Signore che “vide una grande folla e ne ebbe compassione, e ne guarì gli infermi” (Matteo 14:14). Non guarì soltanto i “buoni”. Come ho letto da qualche parte, ha guarito mani che probabilmente potevano fare del male. Ha dato voce a bocche che dopo pochi giorni avrebbero potuto chiedere la sua crocifissione. Li ha guariti tutti perché “ebbe compassione di loro”. E ha compassione anche di VOI. Non a per le vostre opere e attività, ma perché vi ama e capisce quello che vi accade.

Nel prossimo articolo troverete approfondimenti su questo argomento.

Anastasio Kioulachoglou

Italiano: Alesia M. (Christian-translation.com)