Verità Bibliche
Abbonarsi

L’iniquità di Sodoma (PDF) Edizione PDF

L’iniquità di Sodoma



Sodoma e Gomorra sono due posti ben noti nella Bibbia. Sodoma era il posto in cui Lot, il fratello di Abrahamo, inizialmente sceglie di abitare. Su quella zona, Genesi 13:10 dice che era “tutta irrigata … come il giardino dell’Eterno”. Evidentemente era una terra molto ricca e fertile. I suoi abitanti erano probabilmente ricchi e il loro benessere era alto rispetto alle altre zone. Non hanno avuto mancanza di cibo o di acqua poiché la loro terra era fertile e ben irrigata. Furono queste caratteristiche ad attirare Lot e a fargli scegliere di vivere in questo posto. Come dice Genesi 13:10: Lot “alzò gli occhi e vide”, quindi fece la sua scelta in base a quello che aveva visto. Tuttavia, quello che possiamo vedere “alzando i nostri occhi”, nonostante possa sembrare eccellente, può non essere quello che vede il Signore con i suoi occhi (1 Samuele 16:7). E in realtà, quello che Lot vide, era molto diverso da quello che il Signore vide guardando al cuore. In Genesi 13:13 leggiamo:

Genesi 13:13
“Ora la gente di Sodoma era grandemente depravata e peccatrice contro l’Eterno”

Sebbene Lot avesse visto una terra estremamente fertile, quello che vide il Signore era un cuore eccessivamente sporco. Come Egli dice in Genesi 18:20:

Genesi 18:20
“Siccome il grido che sale da Sodoma e Gomorra è grande e siccome il loro peccato è molto grave”

Alla fine, dopo aver salvato Lot, il Signore distrusse Sodoma e Gomorra. Quando Lot stava lasciando Sodoma, il consiglio del Signore fu l’esatto opposto di quello che aveva fatto all’inizio:

Genesi 19:17
“Come essi li conducevano fuori uno di loro [l’angelo dell’Eterno] disse: «Fuggi per salvare la tua vita! NON GUARDARE INDIETRO …”

Quando Lot scelse di abitare a Sodoma, fece la sua scelta dopo che “alzò gli occhi e vide”. Ora stava fuggendo senza “guardare mai indietro”. Dopo che Lot andò via, il Signore distrusse quella zona.

Ma qual era il peccato di Sodoma? Ezechiele 16:49-50 ci dice quello che vide il Signore:

Ezechiele 16:49-50
“Ecco, questa fu l’iniquità di tua sorella Sodoma: lei e le sue figlie VIVEVANO NELL’ORGOGLIO, NELL’ABBONDANZA DEL PANE E IN UNA GRANDE INDOLENZA, ma non sostenevano la mano dell’afflitto e del povero. Erano altezzose e commettevano abominazioni davanti a me; perciò le tolsi di mezzo, quando vidi ciò”

Sono rimasto molto colpito quando ho visto che “abbondanza del pane e grande indolenza [riposo]” erano, insieme all’orgoglio, le cose che formavano “l’iniquità di Sodoma”. E sebbene solitamente l’orgoglio sia rifiutato, almeno esteriormente, questo non accade con le altre due cose: l’abbondanza del pane e la grande indolenza. Al contrario, queste cose molto spesso sono considerate, anche dai cristiani, come obiettivi. Naturalmente non diciamo che dovremmo essere stanchi e affamati. Quello che diciamo invece è che l’abbondanza del pane e la grande indolenza, contrariamente a quello che il mondo dice, NON SONO cose che dovremmo perseguire. Quello che dovremmo perseguire è il Signore, la Sua Parola e i suoi scopi. Il centro e lo scopo della nostra vita non è l’ozio e non sono le ricchezze, ma è fare la volontà di Dio. Conoscere e far conoscere il Padre e il Suo meraviglioso Figlio il Signore Gesù Cristo. Come Sodoma cessò di esistere, anche questo mondo un giorno cesserà di esistere. E come il Signore prima mandò via Lot da quel posto e poi lo distrusse, così porterà anche noi via da questo mondo, prima che faccia la stessa cosa a questo mondo.

Dobbiamo essere pronti e vigili. Il Signore arriverà. E “lo stesso avvenne anche ai giorni di Lot: la gente mangiava, beveva, comperava, vendeva, piantava ed edificava; ma nel giorno in cui Lot uscì da Sodoma, piovve dal cielo fuoco e zolfo e li fece perire tutti. Così sarà nel giorno in cui il Figlio dell’uomo sarà manifestato. … Ricordatevi della moglie di Lot. Chi cercherà di salvare la propria vita, la perderà; ma chi la perderà, la salverà” (Luca 17:28-33).

Anastasio Kioulachoglou

Italiano: Alesia M. (Christian-translation.com)