Verità Bibliche
Abbonarsi

Isaia 61:1-3 (PDF) Edizione PDF

Isaia 61:1-3



In Isaia 61 troviamo una profezia per il Signore Gesù Cristo. Iniziamo a leggere dal verso 1:

Isaia 61:1-3
“Lo Spirito del Signore, l’Eterno, è su di me, perché l’Eterno mi ha unto per recare una buona novella agli umili; mi ha inviato a fasciare quelli dal cuore rotto, a proclamare la libertà a quelli in cattività, l’apertura del carcere ai prigionieri, a proclamare l’anno di grazia dell’Eterno e il giorno di vendetta del nostro DIO, per consolare tutti quelli che fanno cordoglio, per accordare gioia a quelli che fanno cordoglio in Sion per dare loro un diadema invece della cenere, l’olio della gioia invece del lutto, il manto della lode invece di uno spirito abbattuto, affinché siano chiamati querce di giustizia, la piantagione dell’Eterno per manifestare la sua gloria.”

Questa profezia si riferisce a Gesù Cristo che infatti la lesse molti anni dopo nella sinagoga del Suo paese. Queste sono alcune delle cose che Gesù venne a realizzare. Gesù Cristo è venuto per fasciare quelli dal cuore rotto. Il vostro cuore è stato ferito, rotto da qualcosa? Per quanto il dolore possa essere grande, c’è qualcuno che può guarirlo. Il Signore Gesù Cristo. Dio lo ha mandato per fasciare quelli dal cuore rotto. Alcune ferite non vanno via velocemente. Ma tutte le ferite hanno bisogno di Gesù per guarire. Non nascondete a Lui le vostre ferite. Non fingere che non esistano. Una ferita è qualcosa di reale e inganneremo solo noi stessi considerandola inesistente quando invece è lì. Aprite il vostro cuore a Gesù, il guaritore del cuore. Chiedete a Lui di visitarlo e guarirlo. Alcune ferite ci mettono tempo per andar via ma tutte le ferite saranno guarite se sono affidate al Signore. È venuto per guarire le vostre ferite. Per aprire il carcere che può imprigionarvi e per rendervi liberi. Per consolare tutti quelli che fanno cordoglio, per dare loro un diadema invece della cenere, per accordare gioia a quelli che fanno cordoglio. Sì, c’è qualcuno in grado di confortarvi e guarirvi. Sì, c’è qualcuno in grado di allungare la Sua mano e aiutarvi. Sì, non è necessario che la ferita rimanga lì per sempre e nemmeno siete destinati a rimanere chiusi in prigione per sempre. Allungate la vostra mano al Signore. Accostiamoci dunque con piena fiducia al trono della grazia, affinché otteniamo misericordia e troviamo grazia per ricevere aiuto al tempo opportuno (Ebrei 4:15-16). Tutti abbiamo bisogno di aiuto. Tutti soffriamo per le nostre ferite e tutti abbiamo bisogno che il Signore ci liberi. Egli è in grado di simpatizzare con le nostre infermità e noi possiamo trovare l’aiuto, l’incoraggiamento e la guarigione di cui abbiamo bisogno.

Ebrei 4:15-16
“Infatti, noi non abbiamo un sommo sacerdote che non possa simpatizzare con le nostre infermità, ma uno che è stato tentato in ogni cosa come noi, senza però commettere peccato. Accostiamoci dunque con piena fiducia al trono della grazia, affinché otteniamo misericordia e troviamo grazia per ricevere aiuto al tempo opportuno.”

Anastasio Kioulachoglou

Italiano: Alesia M. (Christian-translation.com)