Verità Bibliche
Abbonarsi

Fame di Dio (PDF) Edizione PDF

Fame di Dio



 

Proverbi 27:7
“Chi è sazio disprezza il favo di miele ma per chi ha fame ogni cosa amara è dolce.”

Il Messaggio dice esattamente questo: “Quando siete sazi, disprezzate il dolce; quando avete fame, potreste mangiare un cavallo.”

Allo stesso modo, siamo così sazi di cose che rifiutiamo il favo di miele di Dio. Non abbiamo fame di Dio.

In Apocalisse 3:14-16 è scritto che l’angelo della chiesa in Laodicea non è né freddo, né caldo, ma tiepido. Per prima cosa, il Signore dice che l’angelo si ritiene ricco e che non ha bisogno di nulla, e non sa invece di essere disgraziato, miserabile, povero, cieco e nudo.

Sappiamo che il Re Davide era ricco; lasciò a suo figlio Salomone tutto l’occorrente per costruire il tempio, compreso tutto l’oro necessario a far questo. Eppure nel Salmo 86,1 ammise di essere era afflitto e bisognoso; disperato per Dio.

In Apocalisse 3:20 leggiamo che Gesù Cristo bussa alla nostra porta. Come rispondiamo al Suo bussare? Finiamo prima le nostre cose e poi apriamo la porta? Dobbiamo prima pulire la nostra casa per poi aprire la porta al nostro Signore? Oppure corriamo ad aprire perché stiamo aspettando disperatamente il nostro Amato?

Avete mai avuto mai voglia di una pizza con i vostri ingredienti preferiti, siete mai stati ansiosi di andare a casa dei vostri genitori per trovare il vostro piatto preferito che la vostra mamma aveva cucinato proprio per voi? La fame è l’elemento chiave per vivere o meno in comunione con il Signore. Forse avete bisogno digiunare ancora per capirlo.

L’ultima volta che ho digiunato fu come elevarmi in una sfera diversa, mentre ero ancora nella vita terrena, vivevo la vita terrena in una dimensione diversa. Non volevo ricominciare a mangiare, ma quando lo feci, apprezzai il senso di sazietà. Voglio aver fame del mio Signore, così come il terreno del deserto si è aperto in crepe, ansioso di ricevere la pioggia. Quando ho ricominciato a mangiare, proprio il mangiare era diventato qualcosa di diverso. Il semplice ingoiare un boccone si era trasformato in una festa dei sensi. Dopo un pasto non era pieno ma sazio.

Di solito ci risulta facile emozionarci per un nuovo film, per una vacanza in un posto esotico, o per una notte fuori con gli amici. Ma così come posso emozionarmi per queste cose, allo stesso modo dovrei essere emozionarmi di passare il tempo con il mio Signore. Voglio essere sazio di Lui e con Lui.

Andiamo ora a vedere l’esempio di Israele:

Esodo 16:4
“L’Eterno disse a Mosè: «Ecco, io farò piovere per voi del pane dal cielo; e il popolo uscirà e raccoglierà ogni giorno la provvista del giorno, perché io lo voglio mettere alla prova per vedere se camminerà o no secondo la mia legge.”

Dio ha detto che avrebbe fatto piovere pane dal cielo. Eppure i figli di Israele dovettero sforzarsi ogni giorno per ottenere il loro pane quotidiano. È interessante notare che la Bibbia ci dice ancora di più: Dio sta mettendo alla prova gli Israeliti, vuole verificare se usciranno e raccoglieranno ogni giorno la provvista del giorno e se cammineranno o no secondo la sua legge. Quale sforzo fate? È uno sforzo quotidiano?

Giovanni 6:35
“E Gesù disse loro: «Io sono il pane della vita chi viene a me non avrà mai più fame e chi crede in me non avrà mai più sete.”

Se volete avere la vita, e intendo la vita vera, dovete scegliere la vita:

Deuteronomio 30:19-20
“Io prendo oggi a testimoni contro di voi il cielo e la terra, che io ti ho posto davanti la vita e la morte, la benedizione e la maledizione; scegli dunque la vita, perché possa vivere, tu e i tuoi discendenti, e possa amare l’Eterno, il tuo DIO, ubbidire alla sua voce e tenerti stretto a lui, poiché egli è la tua vita e la lunghezza dei tuoi giorni, affinché tu possa abitare nel paese che l’Eterno giurò di dare ai tuoi padri, ad Abrahamo, Isacco e Giacobbe”

Giovanni 14:6
“Gesù gli disse: Io sono la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me.”

Siete sazi delle cose della vita e digiuni della relazione con il vostro Signore? Vi suggerisco di terminare questo digiuno iniziando a mangiare il pane celestiale, Gesù Cristo. Rallegratevi di essere sazi di Lui e con Lui. Decide oggi di sforzarvi e di raccogliere il vostro pane quotidiano. Prego affinché sarete determinati e affinché supererete qualunque cosa dobbiate superare per passare del tempo con il vostro Signore. Possa rivelarsi a voi personalmente in un nuovo modo, che vi sazierà come mai prima, affinché possiate avere una relazione appassionata con Lui, amatelo con tutto il vostro cuore, con tutta la vostra anima, con tutta la vostra mente e con tutta la vostra forza. Amen.

Ebrei 11:6
“… egli è il rimuneratore di quelli che lo cercano.”

Andrea Kioulachoglou

Italiano: Alesia M. (Christian-translation.com)