Verità Bibliche
Abbonarsi

Dio: fonte di favore (PDF) Edizione PDF

Dio: fonte di favore



In questo articolo noi guarderemo al favore e come è ottenuto. Noi cominceremo con Ester e poi ci estenderemo la nostra ricerca con altre persone che trovarono favore.

1. “Ester trovò favore”

Più volte nel libro di Ester ci è stato detto che Ester trovò favore. Cominciando dalla prima di queste volte, quando Ester andò alla competizione, noi leggiamo:

Ester 2:8-9
“Quando l’ordine del re e il suo decreto furono divulgati, e un gran numero di ragazze furono accolte nella residenza reale di Susa sotto la sorveglianza di Egai, anche Ester fu condotta nella casa del re, sotto la sorveglianza di Egai, guardiano delle donne. La ragazza piacque a Egai e trovò favore davanti a lui. Egli si affrettò a fornirle i cosmetici di cui lei necessitava e il vitto; le diede sette ancelle scelte nel palazzo del re, e assegnò a lei e alle sue ancelle la casa migliore fra quelle riservate alle donne.”

La ragione per cui Ester ricevette prontamente i cosmetici, sette ancelle scelte nel palazzo del re, “la casa migliore fra quelle riservate alle donne” era perché trovò favore della persona che era responsabile, cioè il favore di Egai, guardiano delle donne.

Ma Ester non ottenne il favore solo da Egai. Ester 2:15-17 ci dice:

Ester 2:15-17
“Quando venne il turno di Ester – la figlia di Abiail, zio di Mardocheo che l’aveva adottata come figlia – di andare dal re, lei non domandò altro che quello che le fu indicato da Egai, eunuco del re, guardiano delle donne. Ester si guadagnava il favore di tutti quelli che la vedevano. Ester fu dunque condotta in presenza del re Assuero nella reggia il decimo mese, che è il mese di Tebet, il settimo anno del regno di lui. Il re amò Ester più di tutte le altre donne, e lei trovò grazia e favore agli occhi di lui più di tutte le altre vergini. Egli le pose in testa la corona reale e la fece regina al posto di Vasti.”

La ragione per cui Ester diventò regina era perché “Ester si guadagnava il favore di TUTTI quelli che la vedevano” e, soprattutto, ella trovò grazia e favore agli occhi del re.

Qualche tempo dopo, Ester rischiò ed andò al re senza invito che era “contro la legge” (Ester 4:16). Tuttavia non fu condannata a morte.

Ester 5:2
“E quando il re vide la regina Ester in piedi nel cortile, lei si guadagnò il suo favore. Il re stese verso Ester lo scettro d’oro che teneva in mano, ed Ester si avvicinò e toccò la punta dello scettro.”

La ragione per cui Ester non fu condannata a morte fu perché si guadagnò il favore da parte del re.

Oltre ai passaggi di cui sopra, il lettore può controllare anche per se stesso Ester 5:8, 7:3, 8:5. Egli vedrà che è stato perché Ester trovò favore da parte del re i) che gli permise di organizzare il convito (Ester 5:8 ii) in cui avrebbe risposto alla petizione riguardante la minaccia di Aman (Ester 7:3) e iii) per revocare le lettere scritte di Aman (Ester 8:5).

Come è evidente quanto sopra, Ester era una persona specialmente favorita. Infatti era tanto favorita che diventò regina dal favore che lei trovò. Poiché molti di noi crede che abbiamo bisogno di favore nella nostra vita, sarebbe molto interessante di cercare la fonte di favore di Ester. Ovviamente, se noi riusciamo a trovare questa fonte, allora potremmo fare un passo avanti e sfruttarla ricevendo il favore di cui abbiamo bisogno.

Chi è la fonte del favore?

Per trovare la fonte del favore, non dovremmo cominciare ad indovinare o seguendo l' opinioni del mondo. È solo la Parola di Dio che ci può rivelare questa fonte e come la possiamo utilizzare. Quindi, trovare la vera risposta per quanto riguarda la fonte di favore, noi andremo ai Salmi 84:11 dove leggiamo

Salmi 84:11
“Perché Dio, il Signore, è sole e scudo; il Signore concederà grazia e gloria. Egli non rifiuterà di fare del bene a quelli che camminano rettamente.”

Secondo il passaggio precedente la fonte di favore no è bellezza, validi studi, il grande mediatore umano ma IL SIGNORE. È Lui che dà favore. Nel passaggio di Ester dato precedentemente ci dice che Ester veramente ottenne favore. Il presente passaggio di Salmi ci dice colui che le diede il favore. Questo non era altro che IL SIGNORE, la fonte di favore.

Alcuni altri che ottennero favore

A parte Ester, ci sono alcune altre persone che la Scrittura dice che ottennero favore. Uno di loro è Giuseppe il figlio di Giacobbe che inizialmente fu imprigionato in Egitto. Tuttavia, vediamo cosa gli successe a causa del favore che il Signore gli diede:

Genesi 39:21-23
“E il Signore fu con Giuseppe, gli mostrò il suo favore e gli fece trovare grazia agli occhi del governatore della prigione. Così il governatore della prigione affidò alla sorveglianza di Giuseppe tutti i detenuti che erano nel carcere; e nulla si faceva senza di lui. Il governatore della prigione non rivedeva niente di quello che era affidato a lui, perché il Signore era con lui, e il Signore faceva prosperare tutto quello che egli intraprendeva.”

Giuseppe trovò tanto favore agli occhi del governatore della prigione, che gli affidò la sorveglianza della prigione!!!! Ma COME fece per trovare questo favore? Egli lo trovò perché il fornitore di favore, IL SIGNORE, glielo diede.

Un'altra storia relativa al favore e la sua fonte, è nel libro di Esodo. Là impariamo che gli Israeliti erano dipendenti dall'Egitto, gli Egiziani gli diedero “oggetti d'argento, degli oggetti d'oro e dei vestiti” ( Esodo 11: 2, 3:21) cioè doni molto preziosi. Perché? Esodo 3:21-23 ce lo dice:

Esodo 3:21-22
“Farò sì [ IL SIGNORE] che questo popolo trovi favore presso gli Egiziani e, quando ve ne andrete, non ve ne andrete a mani vuote; ma ogni donna domanderà alla sua vicina e alla sua coinquilina degli oggetti d’argento, degli oggetti d’oro e dei vestiti. Voi li metterete addosso ai vostri figli e alle vostre figlie, e così spoglierete gli Egiziani”.

La ragione per cui gli Egiziani diedero questi doni preziosi agli Israeliti era perché essi trovarono favore presso gli Egiziani. Come la trovarono? È semplice: IL Signore la fonte del favore, gliela diede.

Definitivamente, quando in Daniele noi impariamo che Daniele decise di non contaminarsi con il cibo che il re mangiava e con il vino che egli beveva, “DIO fece trovare grazia e compassione presso gli eunuchi” (Daniele1:9) ed egli violò i comandamenti del re dando a Daniele ed ai suoi due amici il cibo che era conforme con la norma di legge di Mosè.

Conclusione

Da quanto sopra dovrebbe essere evidente che il favore veramente ha una fonte che lo supplisce, a questa fonte non è altro che Dio. Cioè, era Dio, la fonte di favore, che ha fatto che Ester ottenne i cosmetici per il trattamento di bellezza, che le diede il migliore posto nella casa delle donne, che la portò ad avere favore di tutti quelli che la vedevano, che la fece la moglie del re cioè regina, che la salvò dalla morte quando andò a corte non invitata e che le portò quella grande liberazione, Mordecai e tutti i Giudei. Allo stesso modo fu Dio la fonte di favore che mise Giuseppe e Daniele di trovare favore sotto molte circostanze avverse e anche mise gli Israeliti di trovare favore dei Egiziani, nonostante il fatto che essi avevano abbandonato la loro terra.

Per concludere quindi, per trovare favore noi dobbiamo andare a Dio che lo supplisce. Come Ebrei 4:14-16 dice:

Ebrei 4:14-16
“ACCOSTIAMOCI DUNQUE CON PIENA FIDUCIA AL TRONO DELLA GRAZIA [cioè al trono di Dio], PER OTTENERE GRAZIA [ Greco: "charis", che vuol dire grazia, favore1] E SOCCORSI AL MOMENTO OPPORTUNO.

In altre parole accostiamoci dunque con piena fiducia a Dio e troveremo sicuramente il favore di cui abbiamo bisogno.

 

Anastasio Kioulachoglou

 



Note

1. “Charis” è la parola Greca che il LXX (la traduzione del Greco antico del Vecchio Testamento) utilizza per tradurre le parole Ebraiche tradotto come “favore” in tutti i passaggi del Vecchio Testamento, ed è l'unica parola tradotta come “favore” nel Nuovo Testamento in Inglese.